Dall’unione di food e design nasce “La Puglia in un piatto”: Usopposto ci spiega come.

Qualche giorno fa, “smanettando” sul web, abbiamo scoperto un progetto molto interessante.

Si tratta del libro la “Puglia in un piatto”, un libro di ricette tipiche pugliesi con delle fantastiche illustrazioni e di “GastroDe’sign Collection”, una collezione di piatti unici. Su di ogni piatto è stata rappresentata graficamente una ricetta tipica pugliese.

Il libro

Questo progetto nasce dall’estro di Usopposto, studio di progettazione grafica e product design di Grottaglie.

L’obiettivo di questo libro e della collezione di piatti, è quello di esplorare lo stretto rapporto che unisce ogni pietanza al piatto in cui viene consumato, con l’intento di estendere il concetto di nutrimento ad un esperienza sensoriale più ampia e renderla “un efficace anticorpo contro il consumismo, che riempie la pancia e svuota la mente”.

Pasta con i cauri

Abbiamo deciso di intervistare Alessandro, Pierfrancesco e Dario, i creatori di questo interessante progetto e di farci raccontare qualcosa in più, su di loro e su GastroDe’sign- La Puglia in un piatto.

Presentatevi e raccontateci qualcosa riguardo la vostra formazione, lavoro, i vostri hobby e passioni.

Usopposto è uno studio di progettazione grafica e product design nato dall’unione di Alessandro Santoro, Pierfrancesco Annicchiarico e Dario Miale. Proveniamo da percorsi professionali e formativi differenti che ci hanno permesso di spaziare in diversi ambiti della progettazione e ci hanno consentito di creare, in proprio, dei prodotti destinati a settori merceologici come l’editoria, attraverso la pubblicazione di libri e il design, attraverso la produzione di oggetti d’arredo.

Qual’è stato il “Food Trip” che vi ha portati a realizzare la collezione Gastro Design e il libro La Puglia in Un Piatto?

Uno dei motivi principali è stata la “fame“, intesa come veicolo per voler esplorare, curiosare, conoscere ciò che ci circonda, e nel caso della gastronomia, approfondire l’argomento che più ci accomuna al nostro essere pugliesi. Fame è proprio il termine giusto, per descrivere il progetto Gastrode’sign, che si occupa di gastronomia e di tradizione ceramica. Noi di Usopposto, infatti, proveniamo tutti da Grottaglie, città che affonda le sue radici nella lavorazione della ceramica. E la Puglia, come tutti sappiamo è conosciuta come la culla della cucina mediterranea. Non abbiamo fatto altro che unire questi due valori, condendoli con il nostro pane quotidiano: il graphic design e l’illustrazione.

Il libro è un vero è proprio ricettario, abbiamo scelto 60 ricette della tradizione pugliese e per ognuna di esse abbiamo realizzato delle illustrazioni che ne raccontano lo spirito, le storie che vi si celano dietro o semplicemente le rappresentano graficamente. Un lungo lavoro di ricerca letterale e stilistica, che ci ha poi regalato la soddisfazione di ricevere il premio Gourmand Cookbook Award come miglior libro europeo e secondo al mondo nella categoria Design for professional (Parigi, marzo 2012).

Packaging piatto

Il libro La Puglia In Un Piatto, vuole essere il vostro modo per far reagire le persone ad un modo di mangiare consumistico? (fast food, piatti pronti, ristoranti di poca qualità e ricerca, etc)

Beh sicuramente le ricette che abbiamo scelto si inseriscono a pieno titolo nella categoria dello slow food. Prodotti come le lumache o i lampascioni rappresentano appieno questo mondo. Il nostro è anche un tentativo di riportare alla luce ingredienti, preparazioni e storie che via via stanno scomparendo dall’immaginario comune. Il libro vuole essere un invito a prendersi una pausa, sporcarsi le mani e prepararsi da sè delle ottime e, per i non pugliesi, sconosciute ricette.

Qual’è secondo voi il legame esistente tra food e design?

Il punto d’incontro và ricercato nel processo di trasformazione che rende concreta un’idea. Per quanto riguarda il cibo la combinazione di elementi primari (gli ingredienti) e slegati tra loro per composizione, natura, consistenza, ecc. porta ad un risultato finale che è appetibile, oltre che utile all’uomo. Perciò si tratta, del medesimo processo che porta alla realizzazione di un oggetto di design. In più, nel nostro progetto, il legame è rafforzato dal fatto che si parla proprio di contenuto (cibo) e contenitore (piatto) che si fondono insieme quasi a confondersi l’uno con l’altro.

Come avete selezionato le ricette della tradizione pugliese e chi ve le ha raccontate?

Il lavoro di ricerca ha riguardato sia la consultazione di vecchi ricettari, che la consulenza di nonne, mamme e gastronomi locali che ci hanno aiutato a preparare tutte le ricette presenti nel libro.

Taralli Pugliesi

Chi ha realizzato le ricette presenti nel libro?

Le nostre mamme, le migliori chef del mondo, ma ci siamo avvalsi anche di cuochi professionisti della nostra regione.

orecchiette

Qual’è la vostra ricetta e il vostro piatto preferito tra quelli proposti nel libro?

Questa è la domanda più difficile di tutte, soprattutto perché abbiamo assaggiato tutte le ricette presenti nel libro, subito dopo gli scatti realizzati nel nostro studio.

Alessandro: come atmosfera sono sicuramente legato alle orecchiette con le cime di rapa. Per me la preparazione delle orecchiette rappresenta appieno la gastronomia pugliese;

Pierfrancesco: anche se ho una venerazione profonda per le polpette fritte, devo dire che il Coniglio alle verdure è stato qualcosa di indimenticabile.

Dario: Devo dire i panzerotti. perchè li mangio da quando ero in fasce!

Vi consigliamo di comprare questo bellissimo libro e magari di abbinarlo al piatto della vostra ricetta preferita. Per sapere dove poter acquistare questi prodotti, qui di seguito trovate i link.

For Your Information:

USOPPOSTO

via Salita Immacolata 6/A 74023 Grottaglie TA

Tel. +39 (0)99 562 8184

mail. info@usopposto.com

Facebook: Usopposto

Website: Usopposto

Website: Gastrode’sign

Per acquistare i piatti della collezione “Gastrode’sign Collecyion”: www.usoppostore.bigcartel.com.

Pubblicato da

Colleghi, compagni di viaggio, di esplorazioni e di vita. Lei (Silvia), foodie per vocazione, è affamata di creatività in qualsiasi forma e sempre pronta a sporcarsi le mani. Lui (Emanuele) si definisce un gourmant… passione smodata per il cibo e per il vino e per la Puglia, sua terra d’origine. Insieme, esploriamo, assaggiamo e scopriamo gli indirizzi giusti in cui mangiare (e bere!) in giro per il Mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...