Crêpes alternative made in Puglia: Savì Creperia

 

Una padella ben riscaldata, il rumore dell’olio che sfrigola e quell’odore di crêpe che si diffonde nell’aria. Non siamo a Parigi, ma a Conversano, nella bellissima Puglia per una serata all’insegna della golosità (e della qualità).

Succede che esco dal mio ufficio, torno a casa e mi viene voglia di qualcosa di buono e, chissà come mai, mi viene subito in mente una bella crêpe del Savì, un vero e proprio luogo di culto, qui in terra barese.

Da più di 20 anni il Savì prepara delle crêpes buonissime, dai ripieni e dagli impasti più svariati, scegliendo sempre e comunque ingredienti e prodotti locali di primissima qualità, come il capocollo di Martina Franca, la farina tritordeum di Putignano, latticini della zona, e tanto altro. È un ristorante dove chiunque può sentirsi a casa: dal celiaco, al vegano, all’intollerante al lattosio, con impasti senza glutine e privi di latte e uova; da un po’ di tempo il menù si è anche esteso a primi, secondi e appetizers molto particolari, a cui abbinare birre artigianali e vini provenienti da tutto il mondo.

Secchiello di patatine fritte, polpette di pane raffermo con finocchio selvatico accompagnate da salsa barbecue homemade e tortillas di farina senza glutine con purea di melanzana affumicata, pomodoro confit, stracciatella e basilico fresco: la mia buonissima cena inizia proprio così.

appetizers_Fotor

tortillas 1_Fotor

A seguire arriva il piatto forte: la crêpe. La mia, ovviamente vegetariana, con spinaci e una deliziosa crema di ricotta di bufala campana, grana padano e fonduta di formaggi. I miei speciali commensali, tutt’altro che vegetariani, invece hanno preso una fajitas Rock & Poll, con scamorza affumicata, pollo arrostito, bacon, Savì BBQ Sauce, cipolla rossa e radicchio e una classica ma intramontabile crepe al salmone, con salmone norvegese sfilacciato, preparato e marinato in casa, crema di formaggi alle erbe e finocchio selvatico. A deliziare le varie forchettate due birre artigianali: Mundaka Crack (Pale Ale, 4.8 %) e Zinnebir (Belgian Ale, 5.8 %).

crepe vegetariana_Fotor

fajitas pollo_Fotor

Eppure, dopo tutte queste sfizioserie, manca ancora qualcosa. Una crêpe al pistacchio ovviamente! Non potete capire il mio livello di felicità nell’aver assaggiato questa crêpe calda e ripiena di una crema di cioccolato fondente e pistacchio di Bronte, una goduria che non è possibile spiegare a parole. E che dire del pancakeNYC? Gelato fior di latte, caramello, nutella, arachidi e panna serviti tra due strati di soffice massa. Non aggiungo altro.

crepe pistacchio_Fotor

pancake NYC_Fotor

Tra una portata e l’altra abbiamo avuto la piacevole compagnia di Nicola, padron del Savì e di suo figlio Daniele, sous chef, il cui apporto creativo e innovativo alla tradizione del ristorante è stata consistente. Soltanto scambiando due chiacchiere con loro si può percepire la dedizione che viene riservata alla cucina, a partire dalla scelta delle materie prime, alla preparazione della pasta fresca o del pollo, per non parlare delle salse e delle guarniture. Questa passione si respira anche nell’arredamento, pieno di foto della famiglia Savino. E già, perché dietro il successo di questo posto, c’è l’impegno di un uomo che ha creduto fortemente nel suo sogno: aprire una creperia a Conversano, nel suo paese natio, come punto di ritrovo sociale e, ovviamente, culinario. Un sogno che ha portato a termine dopo anni di sacrifici e di lavoro, tra una spaghetteria di Montecarlo e un ristorante italiano negli States. Un sogno in cui ha investito anche la sua famiglia, sempre in prima linea nella gestione del Savì, assieme all’aiuto di collaboratori fidati ed esperti.

allestimenti_Fotor

allestimenti 1_Fotor

Un sogno che si è realizzato, visto che il Savì è un punto di ritrovo per chi fa della qualità culinaria la sua cultura.

For Your Information

Savì Creperia
Via San Giacomo 26/30
Conversano, Bari
T.:333 984 1050
Website: www.savicreperia.com
Facebook: Savì 
Instagram: savicreperia 
Prezzo medio: € 10 
Scopri il menù: http://goo.gl/m5kYlB

by Catiana Coletta

Pubblicato da

Colleghi, compagni di viaggio, di esplorazioni e di vita. Lei (Silvia), foodie per vocazione, è affamata di creatività in qualsiasi forma e sempre pronta a sporcarsi le mani. Lui (Emanuele) si definisce un gourmant… passione smodata per il cibo e per il vino e per la Puglia, sua terra d’origine. Insieme, esploriamo, assaggiamo e scopriamo gli indirizzi giusti in cui mangiare (e bere!) in giro per il Mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...